In Evidenza...

  
ATTENZIONE: INFORMAZIONE IMPORTANTE SU SENTIERO

17-08-2020

ATTENZIONE: INFORMAZIONE IMPORTANTE SU SENTIERO

ATTENZIONE: segnaliamo che in prossimità della Bocchetta di Inferno, recentemente e non da volontari CAI, sono state “rinfrescate” su un masso alcune segnalazioni che, in modo purtroppo molto evidente, danno INDICAZIONI FUORVIANTI per il Rifugio Benigni. Si tratta di un PERCORSO NON ESCURSIONISTICO ED ESCLUSIVAMENTE INDICATO PER ESCURSIONISTI ESPERTI, poiché presenta diversi punti molto esposti con passaggi “delicati” a causa di sedime molto stretto. Per poter raggiungere il Rifugio Benigni è necessario percorrere in discesa il sentiero 106 per circa 250 mt di dislivello per giungere a 2050 m.s.l.m dove si incrocia il sentiero 101 che in direzione NE vi condurrà in sicurezza al Rifugio. (vedi immagine allegata)

  
Presentazione Annuario 2019-2020

21-07-2020

Presentazione Annuario 2019-2020

Ciao a tutti,

anche quest’anno l’Annuario Cai Alta Valle Brembana è in stampa nonostante tutte le difficoltà che hanno messo a dura prova tutti noi, vicini e lontani, ma proprio per questo e maggior a ragione ci è sembrato doveroso mantenere fede ad un importante ed immancabile appuntamento, anche per coloro che purtroppo il destino ci ha portato via troppo presto.

Per la presentazione abbiamo pensato ad uno spazio aperto e che fosse significativo per la nostra Sezione; abbiamo scelto Mezzoldo, il rifugio Madonna delle Nevi, tutte le info le trovate nella locandina-invito allegata.

I più 'allenati' potranno salire già la mattina al Rifugio Balicco per la dedica al compianto Raimondo e contestualmente, con una cerimonia e l'apposizione di una targa, il rifugio verrà intitolato ai F.lli Marco e Raimondo, altrimenti ci si vede al pomeriggio, per la messa e la presentazione.

Vi aspettiamo...

La commissione Annuario (Andrea, Arrigo, Flavio, Stefano) a nome del presidente Battista Stefanoni

  
Ciao Pepo

09-06-2020

Ciao Pepo

La tua opera è stata encomiabile e senza sosta nel corso dei decenni... centinaia di giorni spesi con barattolo e pennello sempre per le tue montagne, di cui conoscevi ogni angolo, e per gli escursionisti che le frequentano e che continueranno a fruire della tua opera anche negli anni a venire. Ora custodisci i tuoi sentieri anche da lassù...
  
Apertura sede per tesseramento

05-06-2020

Apertura sede per tesseramento

La situazione in atto impone la sospensione di tutte le attività e la sede è chiusa fino a data da destinarsi. Da venerdì 5 Giugno riapriremo la segreteria della Sezione unicamente per l’attività di tesseramento nel consueto orario serale a partire dalle ore 21.00 fino alle 22.30.

Per favorire il tesseramento la sede sarà aperta anche nei seguenti giorni e  nei seguenti orari: lunedì, mercoledì e venerdì dalle 10 alle 11.30 e dalle 17 alle 18.30. Chi fosse interessato può effettuare il rinnovo scrivendo anche all'indirizzo piazzabrembana@cai.it indicando le vostre generalità, la tipologia di rinnovo (Ordinario, Familiare, Giovane, ricongiungimento ecc qui i dettagli) e vi verranno fornite tutte le istruzioni su come procedere. Per informazioni vi ricordiamo che la sede ha cambiato numero e potete chiamare 351 771 0026

  
Iscrizione OnLine

24-04-2020

Iscrizione OnLine

In questo difficile momento, nonostante qualche contingente difficoltà nelle iscrizioni e nei rinnovi, il contributo e la riconferma di appartenenza al Sodalizio,  ci permetterà di riprendere con ancor maggiore entusiasmo il nostro “Sentiero” e tornare, finalmente, alle nostre montagne, riscoprendole, se possibile, ancora più belle di come le abbiamo lasciate. Con questo messaggio del nostro Presidente Torti vi informiamo che al fine assicurare al CAI, appena possibile, la vostra preziosa appartenenza, ci siamo attivati per permettervi di iscrivervi on line semplicemente scrivendo all’indirizzo piazzabrembana@cai.it indicando le vostre generalità, la tipologia di rinnovo (Ordinario, Familiare, Giovane, ricongiungimento ecc qui i dettagli) e vi verranno fornite tutte le istruzioni su come procedere.

Rispettiamoci ed aiutiamoci, quindi, oggi, perché il momento in cui riprendere appieno la vita e, con essa, le nostre attività ed iniziative arrivi il prima possibile e tutti noi e, quindi, il nostro Club alpino italiano, avremo un ruolo fondamentale nell’indirizzare il dopocoronavirus verso una effettiva attenzione ed un reale rispetto per la natura, la bellezza e, quindi, l’uomo.

  
IO RESTO A CASA ... le montagne aspettano

11-03-2020

IO RESTO A CASA ... le montagne aspettano

Il CAI Alta Valle Brembana invita i propri soci e simpatizzanti a rispettare scrupolosamente le norme del decreto anti Coronavirus e quindi di uscire dalla propria abitazione solo in caso di comprovata necessità, come da indicazioni.Invitiamo anche di utilizzare i social in modo consapevole, evitando di postare fotografie di escursioni ed attività che, in questi contesti, possono essere un pericolo sia per noi stessi che per gli altri.Ricordiamo che il Servizio Sanitario è sotto pressione e non c'è quindi alcun bisogno di dare ulteriore lavoro né Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico - CNSAS né al personale sanitario. #iorestoacasa #portiamopazienzachelemontagneaspettano
  
Concorso Fotografico

22-01-2020

Concorso Fotografico

Il Centro Storico Culturale Valle Brembana ha indetto un concorso fotografico dal titolo ELEGANZA DISCRETA DI UNA VALLE, dedicato alla memoria di Marco Fusco, fratello di una socia del centro, che tra l'altro era molto appassionto di montagna. Con questa iniziativa il Centro Storico Culturale si propone di contribuire a far conoscere e valorizzare aspetti non usuali della Valle Brembana, auspicando che le immagini presentate sappiano evidenziare elementi di particolare rilevanza ambientale e bellezza formale.I dettagli nella locandina.
  
Tesseramento 2020

01-11-2019

Tesseramento 2020

Con oggi 1° novembre 2019 parte la campagna tesseramento per il 2020. Se vi chiedete “Perché iscriversi al CAI?” la risposta più semplice è “per condividere l’amore per la montagna, per la sua cultura e i valori che tramanda, con attenzione alle persone e rispetto per l’ambiente e, se lo si desidera, per esprimere attraverso un impegno serio, un volontariato ricco di significati, quale che sia il ruolo prescelto”. Se anche tu hai un’autentica passione per la montagna e la sua frequentazione non puoi non far parte della grande famiglia del CAI per condividerne finalità e obiettivi istituzionali, etici e storici del sodalizio sentendo forte il senso di appartenenza. Cosa aspetti, vieni a conoscerci!!! Info Tesseramento
  

14-08-2017

ATTENZIONE: Inagibilità Sentiero 137

Come da oggetto a beneficio degli escursionisti che intendano intraprendere il sentiero numero 137 "Giro delle Contrade di Fondra", si segnala che il tratto tra via Piana e Pusdosso è inagibile a causa dello sradicamento di alberi che per un lungo tratto ostruiscono completamente il passaggio. L'accesso alla contrada Via Piana è comunque possibile ma per completare la visita alle altre contrade (Cornelli, Foppa , Pusdosso e Forcella) è necessario ridiscendere e risalire o dalla strada carrabile o dal sentiero che parte a Fondra dalla provinciale appena superato il bar.
  

08-08-2017

Appello del CAI: Adottate un sentiero

Cerchiamo volontari che vogliano "adottare" un sentiero. L’iniziativa con lo slogan "Chi adotta un sentiero adotta un tesoro" mira alla cura della rete sentieristica tramite il contributo dei suoi frequentatori. L’impegno per chi vorrà aderire, è quello di percorrere almeno due o tre volte l’anno lo stesso sentiero o un tratto di esso per verificare lo stato del fondo, della segnaletica, delle infrastrutture e riferire alla sezione, anche con foto e informazioni georeferenziate, eventuali criticità dovute ad esempio a frane, lavori in corso, caduta di piante, vandalismi e tutte le evenienze che prevedono l’intervento o l’assistenza dei soci volontari incaricati. Per maggior dettagli "Adotta un Sentiero"

Introduzione alla sezione

La sezione Piazza Brembana del Club Alpino Italiano è stata costituita nel 1976 come sottosezione del CAI di Bergamo, per poi costituirsi come sezione autonoma nel 1995. Alla nascita il nostro gruppo si era posto due obiettivi guida per la salvaguardia del territorio: realizzare e riqualificare i sentieri dell'Alta Valle e costruire un rifugio in un punto strategico sul Sentiero 101 delle Orobie Occidentali.
Dopo aver realizzato questi obiettivi primari, il nostro impegno ora continua con molteplici progetti: la costruzione di nuovi punti di appoggio per gli escursionisti, la manutenzione dei sentieri, la formazione (attraverso la Scuola Orobica e le attività nelle sezione), le attività a carattere culturale-informatico (come la creazione di guide e cartine), l'organizzazione di gite per fruire al meglio delle nostre splendide Alpi Orobie e per valorizzare la Val Brembana. 
Tra i tanti nostri interventi sul territorio, il fiore all'occhiello è il Rifugio Cesare Benigni che sorge su una splendida terrazza erbosa a 2222 metri, al confine con la Valtellina. Eretto in ricordo di un grande appassionato di montagna a cui ha dato la vita, il rifugio Benigni è stato da poco ampliato ed è uno dei rifugi più frequentati delle Orobie. Successivamente si è aggiunta anche la gestione del Bivacco Zamboni, situato nell'Alpe Azzaredo sopra Mezzoldo e che si poneva come ottimo punto d'appoggio del Sentiero 101 in un tratto altrimenti scoperto. 

Pero Mancava un rifugio sul sentiero 101, in quel tratto di Sentiero delle Orobie che collega il rifugio Benigni al rifugio Dordona. E la mancanza costituiva un problema serio per gli escursionisti che avevano necessità di fare sosta in zona ed erano costretti a fare tappe lunghissime, oppure a soggiornare in albergo: soluzione comoda, magari, ma non nello stile di chi fa trekking.

Dal 2015, la lacuna è colmata. Regione Lombardia, tramite il suo ente ERSAF, ha realizzato all’interno della Foresta regionale Azzaredo Casù, in comune di Mezzoldo (proprio “sopra” la casa di vacanze della diocesi Madonna delle Nevi) il rifugio dedicato a Marco Balicco, già sindaco del comune «un grande difensore della montagna e delle sue tradizioni, un uomo combattivo» come lo ricorda il fratello Raimondo, oggi vicesindaco di Mezzoldo. Marco, sindaco per 13 anni di Mezzoldo, morì prematuramente nel 1997 quando era ancora in carica; fu atleta, campione di scialpinismo, allenatore e alpinoLa richiesta di dedica è venuta dal territorio: lo stesso Comune e la sezione del CAI Alta Valle Brembana che, tramite una convenzione con ERSAF, lo ha preso in gestione.

La nuova costruzione, posta a 1963 m, si colloca a poca distanza dal bivacco Alberto Zamboni (10 min.), anch’esso di proprietà di ERSAF e gestito dal CAI dell’Alta Valle Brembana, di cui ogni anno si celebra la festa a fine luglio


Il nostro nuovo sito vuole essere uno spazio aperto con i nostri soci, con chi lo vuole diventare e anche, soprattutto, con tutti coloro che semplicemente amano le nostre splendide montagne. Buona navigazione!
Per tenerti sempre in contatto con noi, vieni sullo spazio a noi riservato sul forum di ValBrembanaWeb